Rosso Piceno Doc

 

Rosso Piceno

In un vasta area compresa nelle province di Ancona, Macerata e Ascoli Piceno, con esclusione all’interno di essa dei territori appartenenti alla zona di produzione del “Rosso Conero”, con le uve dei vitigni Montepulciano (35-70%) e Sangiovese (30-50%), a cui possono essere aggiunte quelle di altri vitigni a bacca rossa della zona, non aromatici, si ottiene questo vino dal colore rosso rubino, più o meno intenso; odore caratteristico, delicato; sapore armonico, gradevolmente asciutto.

Gradazione minima: 11,5°.

Uso: da pasto.

Viene prodotto anche nel tipo “novello” dal colore rosso rubino; odore fragrante, fine, caratteristico; sapore asciutto, armonico, vellutato.

Gradazione minima: 11°.

Uso: da pasto.

Nella parte più a sud della zona di produzione si ottiene il tipo “superiore” dal colore rosso rubino, talvolta tendente al granato con l’invecchiamento; odore gradevole, complesso, leggermente etereo; sapore sapido, armonico, gradevolmente asciutto.

Gradazione minima:12°. Immissione al consumo: dopo il 1° novembre dell’anno successivo a quello della vendemmia.

Uso: da arrosto.

Con le uve dell’omonimo vitigno (minimo 85%) ed eventualmente con quelle di altri vitigni a bacca rossa, non aromatici, raccomandati e/o autorizzati nella zona, viene prodotto il tipo “sangiovese” dal colore rosso rubino più o meno intenso; odore caratteristico, delicato; sapore armonico, gradevolmente asciutto. Gradazione minima: 11,5°.

Uso da pasto.

 

I tuoi vini preferiti al miglior prezzo SCOPRI