Bianco Pisano di San Torpè

Bianco Pisano di San Torpè

In un tutto o parte del territorio amministrativo di una quindicina di comuni della provincia di Pisa e in parte di quello di Collesalvetti, in provincia di Livorno, con le uve del vitigno Trebbiano toscano (minimo 75%), a cui possono essere aggiunte quelle di altri vitigni a bacca bianca della zona, si produce questo vino dal colore paglierino più o meno intenso; odore vinoso, vivace, caratteristico; sapore secco, delicato, armonico.

Gradazione minima: 11°.

Uso: da pesce.

Con le uve sottoposte a un’accurata cernita, appassite in locali idonei e ammostate tra il 1° dicembre dell’anno di raccolta e il 31 marzo di quello successivo, si ottiene il tipo “vin santo” dal colore che varia dal dorato all’ambrato intenso; odore etereo, intenso, aromatico, caratteristico; sapore amabile o secco, armonico, con retrogusto caratteristico.

Gradazione minima: 16°.

Invecchiamento obbligatorio (in caratelli): tre anni; quattro anni per la “riserva”. Uso: da dessert.

 

I tuoi vini preferiti al miglior prezzo SCOPRI